Personalizzare l’offerta in base alle esigenze del cliente è una delle pratiche basilari per incrementare il proprio pubblico e fidelizzare quello già esistente facendolo sentire importante. Per questo motivo, dobbiamo porre attenzione alle intolleranze alimentari e alle esigenze alimentari di tipo religioso e culturale. In precedenza abbiamo parlato delle intolleranze, soprattutto rispetto al glutine, con questo articolo invece vogliamo spiegarvi cos’è la certificazione Halal e perché è importante ottenerla.

Cos’è la certificazione Halal

Halal è un termine arabo che significa lecito e che viene utilizzato per indicare prodotti conformi alla dottrina islamica. La certificazione Halal comprende molti settori di produzione, da quello agroalimentare a quello sanitario, influenzando i consumatori anche nelle scelte economiche e finanziarie. È un attestato a tuttotondo che, per quanto riguarda gli alimenti, garantisce che i cibi siano preparati secondo alcune precise regole. Queste norme sono di due tipi: etiche ed igienico sanitarie, e permettono ai prodotti di essere commercializzati nei Paesi di religione islamica o più in generale di essere acquistati da consumatori islamici.

Quali sono le norme

La parola halal ha un suo termine contrario, haram che sta per proibito. Le regole che stabiliscono quali prodotti alimentari sono illeciti hanno principalmente a che fare con gli ingredienti contenuti nei cibi e la loro lavorazione. Sono vietate carne di maiale e derivati, e tutti gli alimenti di origine alimentare che non sono stati macellati seguendo il rito islamico. Non possono essere presenti alcol e sostanze inebrianti, e non sono certificati prodotti che sono stati contaminati da sostante haram durante la loro preparazione. I cibi halal devono essere riconoscibili grazie al logo che ne attesta l’integrità.

Come ottenere una certificazione Halal

In Italia la certificazione Halal viene conferita dall’Halal Italy Authority ed è una procedura documentata, coerente con l’HACCP e valida a livello internazionale. Oltre all’attestato per l’attività, l’Autorità Halal Italiana offre la possibilità al personale di frequentare corsi sulla preparazione e confezionamento degli alimenti.

Perché è importante

La certificazione Halal permette di ampliare la propria offerta ad un pubblico vasto e con esigenze particolari. Secondo le ultime stime nel 2016 i fedeli musulmani in Italia sono circa 1 milione e 400 mila, dato aumentato rispetto agli anni precedenti e che evidenzia come si dovrebbe tenere conto di nicchie di mercato importanti per l’aumento del proprio successo. Inoltre, i prodotti halal sono apprezzati anche da non islamici, come dimostrato in Francia e Regno Unito dove un terzo dei consumatori di questi alimenti non è di religione musulmana. Diversificare e personalizzare sono due modalità necessarie con un mercato globale come quello contemporaneo, per questo la certificazione Halal risulta una delle carte vincenti per incrementare la propria clientela.

Per evitare contatti nella preparazione e nella cottura di alimenti, affidatevi alle macchine Techfood. Studiate per offrire grandi prestazioni in poco spazio, sono facili da riporre su banco o cucina anche senza cappa. Scopri tutte le nostre proposte.