Nel post di questa settimana vi proponiamo alcuni consigli e regole riportati in un famoso articolo di Forbes in cui il professor Peter Baskerville elenca le cose che, nella sua esperienza australiana, trasformano un bar in una caffetteria di successo. Possono aiutarci anche in un mercato come quello italiano?

Non esiste la ricetta perfetta e unica per assicurarsi la fama – dice Baskerville – non ci sono segreti nel mondo degli affari, i successi arrivano da uno duro lavoro, da una vasta esperienza, dalla fortuna o più facilmente da una combinazione di tutti e tre insieme.
Esiste però una sua lista di consigli da cui vi invitiamo a prendere spunto; ecco un nostro adattamento liberamente tratto e adattato per voi.

  • Servi l’espresso migliore
    Soprattutto quando si parla di caffè, puntare a una qualità massima è la migliore decisione commerciale che si può fare.
    Il caffè espresso è uno di quei rari prodotti in cui la qualità conta al 100%.
    I clienti potranno passare davanti ad altri 10 bar e tirare dritto pur di arrivare al miglior espresso.
    Quindi acquistare la migliore macchina per caffè espresso, usate un depuratore d’acqua e demineralizzatore, una smerigliatrice conica, comprate solo Arabica di qualità superiore, e assicuratevi che ogni tazza sia fatta da una barista capace.
  • Lavora in un ambiente ergonomico
    Assicurarsi che il piano di lavoro e il bancone siano tali da permettere al barista di compiere tutti i gesti preparatori per fare il caffè senza doversi spostare dalla sua postazione e che questa non sia divisa con altri membri dello staff.
    Fare un alto volume di vendite è indispensabile, ma lo spazio deve essere organizzato. Alcuni elementi fondamentali: il bancone di fronte alla giusta altezza, un facile accesso alle tazze e allo stoccaggio delle forniture, ai frigo e all’immondizia.
    Inoltre, posizionare il registratore di cassa sul bancone di fronte in prossimità del piano di lavoro del barman.
    Questo gli permette di sentire gli ordini dei clienti nei momenti di punta, ottenendo un vantaggio di tempo su di loro, e di lavorare da solo in modo efficiente nei momneti di minor affluenza.
  • Usa le carte fedeltà
    Ho resistito per un lungo periodo di tempo, ma in realtà funzionano. Assicurarsi che sia una carta di qualità, che durerà all’usura e che abbia la giusta grandezza per il portafoglio. Non c’è niente di meglio che vedere la faccia di un nuovo cliente che si illumina quando gli dai una carta che dopo 7 consumazioni dà diritto all’ottava gratuita. 
  • Vendi di più prodotti abbinati
    Un bar non potrà mai guadagnare abbastanza dalla sola vendita di caffè.
    Il caffè può essere la motivazione principale per fidelizzare i clienti, ma devono lasciare il vostro locale avendo comprato più prodotti, se avete intenzione di avere successo. Come obiettivo, il caffè non dovrebbe superare il 40% delle vendite settimanali. Assicurarati che i tradizionali prodotti complementari del caffè (muffin, biscotti, torte) si trovino esposti vicino al bancone e offri anche cibi freddi e caldi per garantire le migliori possibilità di vendite multiple.
  • Limita l’assortimento
    Molti neofiti pensano che assortimenti ampi e numerose offerte di prodotti sono un vantaggio competitivo. Si dimentica che il cliente è semplicemente affamato o assetato o entrambi, e che una vasta scelta per la maggior parte delle persone crea angoscia. Quindi, coprite le categorie necessarie, ma con offerte limitate e strategiche.
  • Lavora sui margini di guadagno
    Il prezzo è definito al valore percepito dal cliente, non dalla contabilità. Per alcuni elementi è necessario mantenere o addirittura offrire un prezzo basso, rispetto al costo del prodotto per noi, e questa perdita dovrebbe essere bilanciata con alti margini su altri prodotti che sono esclusivi del vostro negozio, e che punteremo a promuovere maggiormente.
  • Attua le tue strategie
    Risaltare in un mercato competitivo come quello delle caffetterie è di vitale importanza. E’ fondamentale capire a fondo come si conquista la fiducia dei clienti e attuare un piano di fidelizzazione dei clienti e di passaparola verso i loro amici.
  • Seleziona i prodotti giusti
    Spesso diamo per scontato che i clienti sappiano esattamente quello che vogliono. Loro no. I clienti vedono il barista come l’esperto e sperano che sia lui a suggerirgli quale combinazione di cibo o bevande ordinare. In un contesto di caffetteria, è molto meglio pre-strutturare il prodotto e lasciare la realizzazione personalizzata solo per il caffè.
    Il cibo personalizzato è un’opzione con un costo elevato per voi, perché non permette le economie di scala e limita il vostro fatturato nei momenti di picco in cui si dovrebbe essere impegnati a pompare le vendite nel più breve tempo possibile, non trascorrere il tempo facendo ordini personalizzati.
  • Organizzati per il takeaway
    So che tutti i vostri amici vi diranno di preparare confortevoli saloni, la connessione Wi-Fi gratuita, servizio al tavolo, e altri intrattenimenti, ma il cliente che si siede su una tazza di caffè per ore e gode di tutti questi benefici non vi farà pagare l’affitto.
    Il mio negozio di caffè di più successo ha avuto un numero limitato di non-così-comodi sgabelli da banco e da bar per rendere il look caffetteria vissuto e amato, e mi sono concentrato sulla costruzione del business da asporto. I clienti che comprano prodotti da asporto pagano lo stesso prezzo che il cliente che si ferma, ma senza i costi aggiuntivi.
  • Sii presente
    Se un’attività commerciale di altri prodotti può ancora avere successo con un non-proprietario, una caffetteria ha bisogno del proprietario che gli dedichi cura, attenzione e impegno. I clienti si aspettano il titolare e il personale è più solerte quando il proprietario è nelle vicinanze.