Era marzo 2020 quando Maria Teresa Grillo ha deciso di inaugurare la sua attività, gestita a Sellia Marina (Catanzaro) assieme alla sorella e al marito. Pochi giorni dopo il primo dpcm, quello che non ci scorderemo mai e che non ha frenato la voglia di successo di Happy Yo. Con le giuste attrezzature per yogurteria Maria Teresa ha adeguato l’offerta al take away per poi tornare alla vendita diretta

In un anno ha costruito il suo brand e l’ha caratterizzato con un’offerta verticale di dolci, abbinando più piastre Techfood e un unico preparato alimentare alla sua creatività. Ci racconta com’è andata.

Com’è nata l’idea di aprire Happy Yo?

Happy Yo è nata quasi per scherzo. Il mondo della pasticceria e del gelato mi ha sempre affascinata, però fino a un anno fa era solo un sogno nel cassetto. Mi sono fatta coraggio e insieme a mia sorella e mio marito mi sono avventurata in questo progetto. I sacrifici sono stati tanti, alcuni anche imprevisti. Il locale ha inaugurato l’8 marzo 2020, a mezzanotte è uscito il primo dpcm anti-coronavirus ed ha chiuso per due mesi. A maggio abbiamo riaperto con le soluzioni take away e delivery, il pubblico ha iniziato a conoscere Happy Yo e ora vengono a trovarci persone addirittura da fuori paese.

Cosa propone di particolare il locale?

Happy Yo è l’unica yogurteria a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro. Oltre allo yogurt, però, proponiamo anche Choco Burger, Choco Kebab, Bubble Waffle e crepes preparate con Rondò Unika per differenziarci totalmente dalle attività simili alla nostra e che distano a 15-30 km. 

Per cosa è riconosciuto di più il locale?

Va fortissimo il Bubble Waffle. Lo utilizziamo anche per fare le torte a più strati, sono un’idea che attira molto i clienti per i compleanni! Inoltre prepariamo delle crespelle speciali, le roll. Si parte dalla crepe normale, con cui si arrotolano gli snack più conosciuti e golosi.

 

Come ha conosciuto le attrezzature per yogurteria Techfood?

Quando mi sono messa alla ricerca di soluzioni per aprire il locale, ho trovato Techfood. Mi sono messa in contatto con un agente della zona e ho capito che era la strada giusta da seguire. Non c’è paragone rispetto ad altre aziende! E infatti ho fatto un primo e unico ordine per tutte le piastre, poi a settembre ho aggiunto i dispenser Squeezita per completare l’offerta.

Usi Squeezita per varie preparazioni?

Sì, utilizziamo Squeezita per i dolci alla piastra e i croissant. Abbiamo clienti che vengono esclusivamente da noi per la colazione, perché l’idea di mangiare un cornetto appena farcito suscita molto interesse. Gli altri locali offrono i cornetti surgelati già farciti, che non sono così invitanti e buoni rispetto a un ripieno fresco e su richiesta. In più, preparo anche dei caffè gourmet; in un bicchierino trasparente metto Squeezita, ci verso il caffè e la schiuma di latte e poi guarnisco con granelle e cacao. Insieme alle brioche della colazione, anche i caffè gourmet stanno andando molto bene.

Al momento abbiamo Squeezita gusto albicocca, pistacchio, cioccolato bianco e nocciola e crema, che tra l’altro è arrivata pochi giorni fa. L’abbiamo già fatta assaggiare ad alcuni clienti e ne sono rimasti entusiasti! 

Cosa deve avere un locale di successo?

Cortesia, cordialità e qualità, perché la clientela predilige un locale per i prodotti e il servizio.  Poi ci vuole la passione, soprattutto in questo settore. Bisogna crederci e deve piacere, perché le persone lo notano.

Happy Yo è un esempio di quanto sia importante affidarsi a chi è in grado di capire le potenzialità di vendita di un locale. I nostri consulenti sono in grado di individuare le attrezzature per yogurteria, pasticceria, gelateria, bar e ristoranti più adatte. Volete saperne di più? Scriveteci il vostro progetto.