Inaugurare il 5 settembre 2020, in un anno così complicato, è stata una sfida per Ramona Granatella, proprietaria del format di ristorazione veloce Burger Queen. La sua storia è un esempio di come passione e determinazione siano fondamentali per superare ogni ostacolo, e se ci si è attrezzati con la giusta strumentazione lo si affronta ancor meglio. 

La cucina di Ramona è dotata di Combi Wave, Combi Wave Smart e postazione Choco Burger per proporre una variante dolce al prodotto di punta del locale. Il burger è, infatti, il principe del menu, una proposta vincente soprattutto per il pubblico a cui è rivolto. 

“Questo locale è stato prettamente studiato. Abbiamo deciso di aprire un locale per i ragazzi, perché dove a Sangano, in provincia di Torino, non c’è nulla del genere” racconta Ramona. Guardate l’intervista completa pubblicata nel gruppo Facebook BaristiDentro:

Con Combi Wave e Combi Wave Smart Ramona sforna panini e sfizi in poco tempo, senza canna fumaria, e realizzati con prodotti selezionati. 

“Uso Combi Wave e Combi Wave Smart insieme. Il primo mi serve per preparare i burger, mentre il secondo per cuocere gli sfizi. Quindi quando mi chiedono hamburger e patatine, nel Combi Wave cuoce il panino e nel Combi Wave Smart il fritto senza olio.”

La ricerca è importante per incuriosire sempre il cliente e fidelizzare gli affezionati con una proposta aggiornata di continuo con ingredienti del territorio. Basta guardare questo burger con carne di bovino, pomodori secchi, gorgonzola e cipolla caramellata per capire quanta cura ci sia nell’offerta. Ed è questo uno dei segreti per chi vuole puntare a una ristorazione veloce con focus su un unico prodotto: variare senza allontanarsi dal concetto originale. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Burger Queen (@burger.queen2020)


Noi di Techfood studiamo le esigenze di ogni locale per trovare la soluzione più adatta a ogni contesto e idea di business. Come quando abbiamo sostenuto l’ortofrutta L’Oasi del Lupo di Bologna nel rinnovarsi e diventare una creperia.