Roberta gestisce bar Festival, un bar che si trova a pochi chilometri dalle coste del mar Adriatico in provincia di Fermo. Il locale è un punto di riferimento per i fermani che lavorano vicino alla zona e un luogo di passaggio per tutti coloro che si fermano a fare il pieno. Bar Festival è infatti inserito in un contesto particolare: una stazione di benzina caratterizzata dal suo tipico via vai. Per questo motivo Roberta si è affidata a Techfood acquistando Pastaland, una macchina cuocipasta veloce e versatile. Abbiamo fatto due chiacchiere con Roberta per scoprire di più sul suo lavoro e sul suo bar.

Quali sono i punti di forza del locale?
Sicuramente la colazione, in particolare i cappuccini che vengono richiesti molto dai clienti la mattina accompagnati da croissant di ogni gusto. Un altro momento importante per il bar Festival è l’aperitivo. Il bar si trova affianco ad una stazione di servizio e capita molto spesso che all’uscita dal lavoro, prima o dopo aver fatto il pieno, molti clienti si fermino per l’happy hour. Ho da poco iniziato ad utilizzare anche la vostra Pastaland e sono sicura che prossimamente anche i primi piatti diventeranno uno dei punti di forza del locale.

Quali sono gli aspetti positivi di Pastaland?
È una macchina cuocipasta che permette di avere in poco tempo un primo piatto, senza mai rinunciare alla qualità. Inoltre è comodo perché non è di grandi dimensioni, per un bar è importante calcolare bene gli spazi.

Tra i piatti proposti, alcuni rispettano la tradizione marchigiana?
Sì, anche se la maggior parte delle volte utilizzo i sughi classici Barilla come al pomodoro o all’amatriciana. Sono in contatto con Barilla grazie a Techfood, dopo l’acquisto della macchina cuocipasta sono stata messa in contatto con l’azienda. Ogni tanto però mi piace preparare il ragù in casa con la ricetta marchigiana che è differente da quella bolognese. Vengono utilizzati tanti tipi di carne come pollo, manzo e maiale dando un gusto molto saporito e intenso. Per variare il menù cambio una ricetta ogni giorno, ad esempio oggi ho preparato oltre alle solite paste una insaporita con speck e zucchine. Molti clienti che vengono a pranzare con frequenza apprezzano un’offerta differenziata, è un po’ come essere la loro mamma.

Quanto è importante il rapporto con i clienti?

I miei clienti, soprattutto quelli che frequentano spesso il bar, sono come una famiglia per me. Il mio obiettivo è quello di offrire loro piatti buoni e di qualità, di farli sentire a casa. Per questo motivo cerco di variare il menu proponendo nuove ricette ogni giorno.

Bar Festival si sta rifacendo il look, come verrà arredato la nuova distesa del bar?
Non mancheranno aiuole per rendere vivace l’area di servizio in cui il locale si trova. Vorrei crearle con vasi creati con ruote da recupero, ma devo ancora decidere se tingerli di bianco oppure di più colori. Visto il contesto della stazione di servizio, le aiuole fatte con vecchie ruote sono perfette.

Ringraziamo Roberta per la disponibilità e per la passione che mette nel suo lavoro e intanto aspettiamo di vedere come verrà arredata la nuova distesa di bar Festival.