Per ambulanti e food truck festival il lockdown non è ancora finito. Per quanto, infatti, gli esercenti pubblici siano tornati a una parvenza di normalità, le restrizioni per limitare la diffusione del coronavirus hanno ancora un forte impatto nell’offerta street food. L’estate è il periodo dell’anno più importante per queste attività, ma con un po’ di lungimiranza è possibile guardare oltre la stagionalità.

Freno a mano tirato ai food truck festival

«Dopo le misure restrittive attuate dal Governo per contenere il contagio da coronavirus è necessario un intervento diretto di sostegno alle imprese ambulanti e associazioni di categoria come la nostra.»

Così dichiara Massimiliano Ricciarini, presidente e fondatore dell’Associazione Streetfood Italia che lo scorso 22 giugno partecipava a Montecitorio alla protesta degli ambulanti contro l’inerzia governativa. Una categoria di quasi 25 mila esercenti che hanno visto azzerare il fatturato con perdite di entrate e merce invenduta data in molti casi in beneficenza.

Nella maggior parte d’Italia sagre di paese e food truck festival sono in pausa, ma si percepisce una lenta ripresa con ovviamente una serie di limitazioni in linea con le norme di contenimento della pandemia.

“La distanza sociale non è amica degli eventi – affermava Ricciarini lo scorso 22 maggio in una diretta Facebook – così come non lo sono ulteriori costi per adempimenti alle normative anti-Covid oltre alle già note voci di spesa per safety e security. Se prima sui social il pubblico si lamentava per gli alti costi dei cibi adesso si rischia che un arancino arrivi a costare quanto un risotto al tartufo bianco e champagne”. 

La domanda sorge spontanea: come emarginare il buco estivo per il settore dei food truck festival? Proviamo a darvi una risposta.

panini realizzati con un'attività street food

Street food oltre la stagionalità estiva

Come per le gelaterie, fortemente colpite da lockdown e politiche delivery nei primi mesi della stagione, anche le attività street food non dovrebbero più limitarsi a un’offerta stagionale legata a un solo momento dell’anno. Molti truck sono fermi da ottobre 2019, ma una strategia lungimirante è il giusto carburante per andare avanti. Ecco due proposte:

Truck burger

Sono un must della vendita itinerante che attira molto pubblico. Per rispettare le normative antic-Covid19 è però necessario velocizzare le preparazioni, così da smaltire la fila e ridurre gli assembramenti. Per questo c’è Combi Wave Smart, che con le sue dimensioni ridotte si installa facilmente in un food truck e non richiede l’obbligo di canna fumaria. Cuoce un hamburger in 120 secondi – come conferma anche lo chef Simone Rugiati – e si presta anche alla preparazione di patatine fritte senz’olio croccanti, persino alla pasta con ingredienti regionali servita in 4 minuti.

Come Combi Wave Smart ti aiuta ad andare oltre la vendita estiva? Per prima cosa la versatilità di cottura consente di proporre burger e panini con ingredienti di più stagioni e di non limitarla a un singolo momento dell’anno. Combi Wave Smart è anche la strumentazione ideale per creare una Dark Kitchen, una forma di ristorazione chiusa che offre esclusivamente un servizio di consegna a domicilio con riduzioni drastiche dei costi della ristorazione classica. 

Truck con dolci da passeggio

Se il tuo truck, invece, propone dolci da passeggio punta alla proposta salata per conquistare tutti. Bubble Waffle, per esempio, è la piastra perfetta per preparare waffle scenografici in versione dolce e salata. Il food cost non supera 0,40 € a pezzo e puoi proporlo sia come dolce che come pranzo originale.

Perché Bubble Waffle ti aiuta ad andare oltre la vendita estiva? Perché è un prodotto versatile, che si adatta facilmente ai gusti della clientela e può essere farcito sia con creme e ingredienti tipicamente invernali che con gelato o formaggi freschi per il periodo estivo. Inoltre se la tua attività ambulante è affiancata da un pubblico esercizio fisso, puoi posizionare la piastra a banco e utilizzarla dopo la stagione dei food truck festival.

Vuoi studiare insieme una strategia per migliorare le performance della tua attività street food? Contattaci per trovare una soluzione insieme.