C’è chi ama i gusti classici, alla crema o alla frutta e chi ama i gusti particolari: siamo parlando ovviamente del gelato, il comfort food più consumato quando inizia la bella stagione. L’anno scorso il colore dominante era il blu, l’azzurro e i gusti unicorno coloravano le vetrine delle gelaterie. Il gusto Puffo era tornato direttamente dagli anni 80 e il pistacchio spopolava ovunque. Quest’anno i trend sono decisamente cambiati.

Quali sono quindi i trend del gelato?

Dalla moringa al cucunci, dal tartufo bianco al gusto bretzel: questi alcuni gusti di gelato fuori dall’ordinario che vedremo nel 2022.

I nuovi trend per i gusti di gelato per l’estate 2022 rispecchiano le richieste dei nuovi consumatori sempre più attenti alla qualità degli ingredienti, alle proprietà nutrizionali, alla salubrità del prodotto.

Proprio per questo, l’attenzione sta andando spesso e volentieri verso le bevande vegetali, per un gelato vegano, più digeribile e a basso indice glicemico senza zuccheri. C’è molta sperimentazione anche con i gusti asiatici come matcha, sesamo nero, fagioli azuki.

Uno dei trend alimentari 2022 sarà, come negli ultimi anni, quello degli zuccheri alternativi. Riduzioni da frutta come melograno, cocco e datteri possono essere delle soluzioni ideali per creare un topping che sia dolce che sano e uno sciroppo di patate dolci può invece diventare un ottimo sostituto del miele.

 

cialda gelato

 

Come sfruttare i trend a favore della nostra attività?

 

I gestori di gelaterie e yogurterie sanno bene quanto il periodo da aprile a ottobre sia importante per gli incassi. Ecco perchè, oltre ad ascoltare con attenzione il trend del momento, è importante rendere ampia e differenziata l’offerta con proposte che siano applicabili anche in bassa stagione.

Come si risolve quindi l’esigenza di un’unica soluzione che offra un menu variegato, adatto anche ai mesi freddi e dal food cost basso?

 

La risposta è Rondò Unika, macchina Techfood dotata di 6 piastre intercambiabili con cui servire crêpes, pancakes, waffles, churros, donuts e cialde. Potete studiare una proposta abbinata allo stesso gelato oppure proporre come dolci da passeggio, magari puntando a una scontistica speciale per una fascia di pubblico che acquisterebbe sicuramente il prodotto. Il food cost di ogni singola preparazione non supera i 0,40 € e garantisce un ritorno assicurato anche se venduto singolarmente.

Per avere un locale di successo è importante infatti differenziarsi, senza dimenticare la passione per il proprio lavoro.