Una piastra congelata in grado di mantecare istantaneamente gelato. Una nuova frontiera per l’innovazione Techfood. Oggi intervistiamo Beatrice Iori, responsabile marketing di Techfood, impegnata nella scorsa settimana nella presentazione della nuova macchina alla fiera Host di Milano dove l’ice n roll di Techfood è stato premiato per l’innovazione nella categoria smart label.

Come è nata in Techfood l’idea di sviluppo di ice n roll?

Il nostro gruppo ricerca e sviluppo aveva visto una macchina simile in Tailandia. Ma la macchina vista richiedeva una preparazione molto più lunga, circa 4 minuti e molta manualità. Non era adatta al mercato europeo. Abbiamo lavorato per creare la macchina per un mercato più europeo, quindi molto più veloce, bastano 30 secondi per la mantecazione e senza la necessità di avere manodopera specializzata, che nel nostro mercato ha dei costi alti.

Perché bisognerebbe acquistare ice n roll?

Permette di fare un gelato istantaneamente, nessuna macchina al momento lo fa. Servire un gelato artigianale è un investimento alto per un locale, difficile da affrontare se non per una gelateria che nasce per quel business specifico.Ice n roll permette a tutti di fare il gelato da servire come dolce per un ristorante, oppure come aperitivo estivo elaborato per un locale, come fine pasto per un fast food oppure come merenda estiva per un semplice bar. Non solo. E’ uno strumento anti spreco, mantecando istantaneamente posso produrre le quantità che mi servono al momento della vendita. Non rischio di sprecare prodotto, anche questo aiuta molto la gestione e il risparmio sui costi.

Infine posso ottenere ricette nuove e personali, provare una cucina più sperimentale. Questo mi consente di differenziarmi dagli altri ristoratori sul mercato. Posso offrire piatti unici, presenti solo nel mio locale e in questo modo fidelizzare i clienti. Trovare caratteristiche uniche nel tuo menù per cui i tuoi clienti vengono da te per trovare cose che hai solo tu.

A quali esercenti è rivolto?

Ice n roll è perfetto per tutti quegli esercizi che non hanno nel gelato il loro business principale ma per cui rappresenta un ottimo modo per ampliare l’offerta. Pizzerie, ristoranti ma anche locali, fast food.

E’ rivolto anche a chi ha voglia di sperimentare in cucina, di preparare piatti sfiziosi con l’uso del gelato, di fare abbinamenti particolari.Ma anche la stessa gelateria, per sperimentare nuove forme di gelato. Per questo il claim che abbiamo associato alla macchina è Think Gelato Different.

 

E voi per il momento che ricette avete sperimentato?

Ne abbiamo sperimentate davvero tante. Difficile fare una lista. In questi giorni qui in fiera è piaciuto molto il Moscow mule: zenzero, vodka e cetriolo. Abbiamo fatto ovviamente anche tutte le paste classiche del gelato, a base di frutta o meno. Ma gli aspetti più interessanti sono anche negli abbinameti più audaci, con il formaggio ad esempio, i salumi, le noci, il pesce. Lo spazio per dare il via alla creatività è davvero tanto.

Non solo con gli ingredienti si può sperimentare. la macchina consente di arrotolare il gelato, una forma particolare e molto suggestiva che  consente la creazione di piatti molto creativi anche nella presenza.

Il prodotto è stato premiato alla fiera HOST la settimana scorsa a Milano. Quali sono i commenti di chi lo vede per la prima volta?

Si, Host Fiera Milano lo ha selezionato per la Innovation Gallery della smart label. Un commento che mi ha colpito da parte di uno dei nostri clienti è stato che sembrano dei cioccolatini di gelato. L’abbinamento di gusti nuovi alla texture del gelato è per chi lo prova un’esperienza interessante che stupisce il cliente.

Maggiori informazioni sulla macchina e sul suo funzionamento si possono trovare fra i nostri prodotti. Fateci sapere nei commenti che ricette vorreste provare, le proporremo al nostro chef.