L’arte del caffellatte è un modo di presentare il caffè sempre più apprezzato dalla clientela. Non è un mistero, infatti, sentirsi speciali quando un barista dedica del tempo all’accurata preparazione di un cappuccino decorato. Così negli ultimi anni abbiamo visto servire schiume a forma di cuore, di tulipano e spiga di grano, persino a forma di cigno. Questi ormai sono gli abbellimenti classici della latte art, ma quali sono i nuovi trend da provare per preparare un originale cappuccino decorato? Ne abbiamo scovati 2 per voi, perfetti in vista dell’estate.

1. Dalgona coffee, il cappuccino al contrario coreano

Questo cappuccino coreano sta riscontrando molto successo sui social, ed è merito del suo soffice aspetto. È infatti una preparazione estremamente cremosa e si differenzia dal classico cappuccio perché al posto di montare il latte, lo si fa con il caffè.

Per realizzarlo dovrete montare il caffè con zucchero e acqua, e poi aggiungerlo al latte caldo o freddo. Per aiutarvi a ottenere una crema più consistente aggiungete un po’ di Squeezita a vostro piacere, noi vi consigliamo di provare con la versione fondente e bianca nocciola.

2. Cappuccino freddo e pistacchio in vista dell’estate

In estate i consumi di cappuccino decorato scendono per ovvie ragioni di temperatura, ma non se lo proponete in versione fredda con panna e Squeezita al pistacchio. Una preparazione che unisce la granita a colazione tipicamente siciliana e il caffè leccese servito con ghiaccio.

Preparare il cappuccino freddo è molto semplice. Dovrete creare una crema di caffè fresca, shakerando il caffè con latte e cacao. Versa tutto in un bicchiere alto, poi aggiungi la schiuma montata molto densa e infine guarnisci con Squeezita e granelle. Per un tocco in più, sporca i bordi del bicchiere o della tazza con la crema al pistacchio prima del caffè.

Un cappuccino a regola d’arte

La regola per un cappuccino perfetto vuole che sia di colore bianco, ornato da bordo marrone spesso nel cappuccino classico o con disegni nel cappuccino decorato. Lo decreta l’Istituto Nazionale Espresso Italiano e l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè, che aggiungono anche che la crema deve essere molto densa con occhiatura molto fine. Il suo aroma deve presentare note di latte, di tostato (cereali, caramello), cioccolato (cacao, vaniglia) e frutta secca.

Il parere dell’influencer Il Barista Incazzato

“Non si poteva scegliere nome più adatto di Squeezita – ci racconta Pedro Matos Maceli dopo aver provato le creme – Sono golosissime e di ottima qualità! Il dispenser ne permette un utilizzo estremamente versatile: non limitatevi a farcire cornetti e bomboloni, utilizzatelo per decorare coppe di frutta e di gelato o per arricchire caffè e cappuccini.”

Volete personalizzare i vostri cappuccini decorati e arricchire le vostre colazioni con una proposta Squeezita? Contattateci per richiedere più informazioni.