I consumi della colazione al bar dopo il coronavirus sono cambiati, complici i tempi dilatati in attesa del caffè e lo smart working che ha spinto molti lavoratori a iniziare la giornata con il caffè e i biscotti di casa. La situazione è eclatante a Roma, dove nei quartieri di ambasciate, uffici ministeriali e grandi aziende per i ristoratori è come se fosse sempre sabato, ma è un fenomeno diffuso in tutta Italia.

Per i gestori la nuova tendenza è un rischio, soprattutto se si pensa alla colazione che rappresenterebbe oltre la metà dell’incasso quotidiano. Come riportare i clienti nelle prime ore di apertura? Vi proponiamo tre aspetti da non sottovalutare e una ricetta bagel per aumentare lo scontrino medio.

Colazione sicura per gestore e clienti

Prima della diffusione coronavirus oltre 5 milioni di italiani facevano il primo pasto fuori casa, un numero molto importante per capire quanto la colazione sia una sicurezza per alcuni locali. Il distanziamento tra persone e il numero minore di persone che un locale può contenere sono però in questo momento un freno per il consumo. Per riequilibrare gli incassi pensate a:

  1. Consentire la possibilità di lavorare al tavolo.
    È un ottimo escamotage per riportare al bar gli smart worker, che dopo mesi e mesi in casa apprezzeranno sicuramente la possibilità di cambiare scrivania per una mattina.
  2. Offrire un servizio di prenotazione del tavolo per la colazione.
    Ovviamente dovrete avere dei criteri di giudizio che agevolino gli incassi e non li penalizzano. Per esempio, si può prenotare solo tavoli da 3 persone in su o in un particolare giorno della settimana in cui c’è un menu speciale.
  3. Preparare un menu speciale per alzare il prezzo finale della colazione.
    Cappuccio e brioche sono un’entrata assicurata, ma quando si tratta di prenotare un tavolo si può spingere verso un’offerta più ricca di sapore (e dal punto di vista dello scontrino). Una ricetta brunch perfetto prevede delizie dal basso food cost, e con un po’ di lungimiranza può diventare anche una proposta delivery.

Brunch come esperienza di consumo per aumentare il prezzo 

L’usanza del brunch, infatti, trova sempre più consenso tra gli italiani soprattutto nel weekend. L’unione di colazione e pranzo sembra risalire alle battute di caccia inglesi ottocentesche, ma il format moderna si rifà agli Stati Uniti degli anni Trenta e vuole nella ricetta bagel, bacon, uova, prosciutto e frittelle, frutta e pasticceria varia.

Le preparazioni possono spaventare i bar che hanno solamente un fornello scaldavivande, ma con la multi-funzionalità di Combi Wave Smart è possibile cuocere in più modi tutti gli alimenti per un brunch perfetto e in pochi metri quadri. Ecco due proposte:

Bagel con fagiolini e salmone e uova al bacon

Posizionate sulla teglia in alluminio teflonato fornita con Combi Wave Smart metà bagel ancora congelato e un pugno di fagiolini. Disponete del formaggio a pasta morbida tagliato a dadini sulla metà del bagel e condite il tutto con un filo d’olio e sale.

A parte, rompete due uova in una terrina, aggiungete un pizzico di sale e della pancetta a cubetti. Vi consigliamo di usare un contenitore di terracotta, per permettere un’ottimale propagazione delle microonde che saranno usate in una delle fasi di cottura.

Cuocete insieme bagel, fagiolini e uova selezionando l’apposita ricetta Uova al bacon di Combi Wave Smart. Combinando due delle tre tecnologie del forno, avremo un risultato fantastico: le microonde cuoceranno i fagiolini dall’interno, come fosse una cottura a vapore, e cucineranno l’uovo in maniera uniforme. La turbo ventilazione renderà poi bagel e fagiolini croccanti, grigliando il formaggio.

Adagiate i fagiolini sulla metà del bagel con il formaggio grigliato. Completate la farcitura con del salmone affumicato e aggiungete dell’erba cipollina sminuzzata alle uova prima del servizio.

Bagel al Salmone e formaggio fresco

Ecco un’altra tipica ricetta bagel da brunch, di ispirazione nordeuropea. Vi basterà tagliare il bagel a metà, farcirlo con salmone affumicato, formaggio fresco spalmabile ed erba cipollina tritata.

Il vostro bagel è ora pronto per andare in forno. Potete usare la teglia in dotazione con Combi Wave Smart o posizionarlo direttamente sulla griglia, protetta da carta forno. Chiudete la porta e avviate il ciclo di cottura dell’apposita ricetta bagel premendo la manopola: basteranno 1 minuto e 10 secondi.

Avete paura che la cottura in forno possa danneggiare gli ingredienti freschi? Non temete, perché è possibile dosare la temperatura interna in modo da dare solo una leggera scottata al salmone, mentre la fase di ventilazione tosterà il nostro bagel per un risultato eccezionale.

Un paio di consigli finali: per bagel con insalata si suggerisce l’utilizzo della varietà iceberg, la quale ha una naturale tenuta delle alte temperature. Potete arricchire il sapore e la presentazione del vostro bagel inserendo una dadolata di pomodoro e avocado nel foro centrale.

E con Combi Wave Smart potete andare oltre alla ricetta brunch e puntare anche al delivery. Ne parliamo in modo approfondito nell’articolo dedicato alle Dark Kitchen, l’avete già letto?