Se fino a qualche anno fa non avremmo mai pensato di ordinare o di servire un hamburger vegano in un locale, adesso non c’è menu che non ne dedichi almeno una voce. E mentre nelle grandi città si diffondono locali dedicati e nuovi trend come la fake meat, anche un piccolo bar poco attrezzato può facilmente adeguare l’offerta proponendo addirittura la ricetta di uno chef rinomato come Simone Rugiati.

Vi avevamo già presentato il Pan per focaccia, la prima delle quattro ricette che lo chef ha ideato per il sistema da banco Combi Wave. Oggi vi sveliamo la seconda proposta: un hamburger vegano pronto in 2 minuti grazie ai tre sistemi di cottura di Combi Wave Smart che, mentre decongelano gli alimenti, li cuociono per un risultato perfetto.

 

INGREDIENTI PER UNA PERSONA

1 hamburger vegano

30 g di spinacino fresco

2 fette di pomodoro cuore di bue

1 fetta di pecorino toscano semi stagionato

1 cucchiaio di panna acida

1 panino da hamburger

1 anello di cipolla pastellato

1 porzione di patatine fritte

1 bergamotto

Olio, sale e pepe q.b.

 

PROCEDIMENTO

Posizionate sulla teglia di Combi Wave Smart l’hamburger, la cipolla pastellata e le patate, selezionate la ricetta Rugiati Burger e cuocere 1 minuto e 20 secondi.

Tagliate il panino a metà e posizionatelo sulla teglia. Grattugiate metà del pecorino sull’hamburger e cuocere per 40 secondi.

Nel frattempo, condite la panna acida con olio, sale, pepe e scorza di bergamotto e condite lo spinacino con olio e sale.

Componete il panino spalmando la panna acida sul pane e disponendo poi l’hamburger, l’anello di cipolla, lo spinacino condito e l’altra metà del pecorino grattugiato.

Servite con le patatine come contorno.

Ed ecco pronto il vostro hamburger vegano da servire ai vostri clienti per un’alternativa gustosa alla carne. Volete vedere tutti i passaggi della ricetta? Guardare il video con tutti i consigli di Simone Rugiati:

Incuriositi dalle velocità di cottura di Combi Wave Smart? Pensate che la sua tecnologia è stata premiata ai Barawards 2018 e  permette di cuocere fino a 20 volte più velocemente degli altri forni in condizioni di spazio ridotto. Smart davvero.