I ritmi frenetici della quotidianità portano spesso a scegliere il cosiddetto pranzo al volo. Molte persone si vedono costrette a scegliere una pausa pranzo veloce e facile da portare via, evitando i tempi più dilatati di un pasto al ristorante. Altre decidono di ordinare il cibo da portare a casa per una maggior comodità o per motivi economici. Il servizio take away dunque è in continua crescita, un fenomeno diffuso che coinvolge circa la maggioranza degli italiani. Secondo le ricerche effettuate nel 2016 circa il 51% della popolazione ha ordinato negli ultimi mesi prediligendo il take away e il food delivery. Quali sono gli aspetti da non trascurare mai in un’offerta da portare via?

Offerta studiata sul target

Le ricerche curate da Gfk Eurisko hanno evidenziato come con una frequenza di 3 volte al mese l’ufficio sia il posto da cui si fanno più ordini con richiesta a domicilio. Se il target del vostro locale è composto per la maggior parte da lavoratori che consumano un pasto durante la pausa pranzo, dovreste creare delle offerte speciali per questa fascia. Non parliamo solamente dell’aspetto economico (la classica proposta per la quale con 8€ di spesa, la consegna è gratuita), ma di rendere soddisfatto il cliente finale del prodotto consegnato. Il servizio take away spesso viene visto come un rischio da parte di chi acquista perché il cibo potrebbe arrivare freddo o rovesciato. È necessario affidarsi a contenitori solidi che possano permettere di trasportare gli alimenti senza compromissioni, soprattutto per quelli che offrono un pasto liquido.

Spesso e volentieri il menu a domicilio è ridotto rispetto a quello classico proprio per l’aspetto tecnico del trasporto. Per rendere il vostro locale ancora più di successo nell’ora di pranzo, ampliate l’offerta per l’asporto con un menu variegato. Non solo panini quindi, ma anche primi, contorni e secondi senza rinunciare al gusto. Per la creazione di piatti caldi in poco tempo potete fare affidamento a Combi Wave, il forno multifunzione che permette di cuocere in diversi modi e poco tempo ogni tipo di alimento. Così quando arriverà l’ordine potete iniziare subito la preparazione del piatto, battendo ogni concorrenza sul tempo.

Cura dei contatti

Circa il 39% degli italiani che decide di ordinare da asporto lo fa via telefono. Un classico metodo a cui però si stanno affiancando altre modalità di contatto come il digital take-away. La possibilità di prenotare un piatto online è un comportamento tipico delle nuove generazioni, che utilizzano smartphone e applicazioni dedicate all’asporto. Per questo motivo è fondamentale curare attentamente i propri contatti online, mantenendoli aggiornati e rendendoli facili da trovare. A questo proposito vi riproponiamo un nostro articolo sull’ottimizzazione delle informazioni della pagina Facebook del vostro locale, un piccolo accorgimento che può rivelarsi una strategia vincente. Molti clienti prima dell’ordine tendono a cercare informazioni online e negli ultimi anni Facebook si è posizionato tra le prime piattaforme consultate per questo tipo di ricerca. Zuckerberg ha inoltre annunciato una prossima funzione di Facebook che permetterà agli utenti di ordinare il cibo direttamente dalla pagina aziendale del locale. Una mossa per accentrare il traffico sulla propria piattaforma sbarazzandosi delle applicazioni dedicate al servizio take away.

Tempistiche del servizio take away

Per quanto la velocità nell’asporto sia un fattore molto discriminante, non lasciate che vi faccia fare promesse che non possono essere mantenute. Solitamente il cliente chiede sempre a che ora arriverà o dovrà venire a ritirare il cibo, fate i calcoli giusti senza indicare un orario poco concreto. Siate realistici con i vostri clienti, la percezione del tempo quando si aspetta il proprio piatto tende a dilatarsi perciò un consiglio che vogliamo darvi è quello di accettare che per percorrere una certa distanza ci vuole un certo tempo. A meno che non abbiate Usain Bolt come food deliver!

Ampliare il menu d’asporto, curare i propri contatti e avere tempistiche reali sono tutti aspetti che renderanno il vostro servizio take away un’esperienza positiva per il cliente. Dal momento della scelta del locale alla consegna del cibo, ogni fase cruciale deve essere attentamente studiata per incrementare le vendite a domicilio e inserirvi nel mercato dell’asporto. Se siete interessati a ricevere qualche informazione in più, scrivete nei commenti la vostra richiesta. Saremo felici di aiutarvi.