Il fenomeno dello spreco ha un importante impatto ambientale, sociale ed economico. Si stima che ⅓ di tutti gli alimenti prodotti nel mondo va perso nel passaggio tra il produttore e il consumatore e che la maggiore quantità di cibo sprecato si registri nei Paesi ad alto reddito – circa il 56% del totale. Le  attività ristorative possono essere parte attiva nella lotta allo spreco di cibo attuando modelli di produzione flessibile, ottimizzando le risorse con strumentazioni adeguate e aderendo a circuiti virtuosi come Too Good To Go. Vediamo di seguito come e con quali vantaggi.

Lo spreco alimentare: cos’è e quanto è rilevante nella ristorazione

Data la rilevanza del fenomeno, la lotta allo spreco alimentare rientra tra gli obiettivi dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile e prevede il dimezzamento della perdita di alimenti pro-capite, alla vendita e al consumo, entro il 2030. E anche i servizi di ristorazione sono chiamati a porre in essere azioni concrete volte a ridurre lo spreco alimentare.


Fonte: adattata da consilium.europa.eu, infografica perdite e sprechi alimentari.

3 pratiche per ridurre gli sprechi alimentari

Ridurre al massimo gli avanzi e valorizzare gli sprechi è possibile ed esistono almeno 3 pratiche antispreco che ristoratori e gestori di bar possono mettere in atto:

1. La farcitura on demand

Quante brioche restano invendute in vetrina perché la farcitura non incontra il gusto degli ultimi arrivati? Magari un giorno nessuna, il giorno dopo molte. 

È possibile prevenire rimanenze del genere con un attento rifornimento del magazzino e una preparazione del prodotto on demand. È ciò che vi consente di fare la farcitura al momento con il dispenser Squeezita: non dovrete più ipotizzare i gusti variabili dei clienti; potrete scongelare un numero minore di brioche alla volta e e, perché no, guadagnare interesse agli occhi dei clienti più esigenti che richiedono gusti particolari o cornetti con due creme.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Itaca Bistrot (@itacabistrot)

2. La cottura just in time

In base alla vostra esperienza, potrete definire il numero minimo di cornetti che vi servirà avere a banco, ma come potete prevedere il numero esatto di vendite di ciascun giorno?


La soluzione che vi proponiamo per la parte variabile è la cottura al momento, ovvero si cuoce solo su richiesta del cliente quando c’è l’effettiva domanda. Come è possibile? Grazie al forno da banco Combi Wave, dotato di una tecnologia che consente cotture rapidissime e il minimo consumo energetico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Techfood by Sogabe (@techfoodsogabe)


3. L’adesione a circuiti virtuosi

Applicando le due pratiche di cui sopra, limiterete al massimo i casi in cui la produzione supera o non incontra la richiesta, ma come tentare di azzerare completamente le rimanenze?

Per chiudere il cerchio virtuoso di buone pratiche per ridurre gli sprechi alimentari potete iscrivervi a servizi di riciclo alimentare come Too Good To Go. Aderendo al circuito, infatti, recupererete i costi del cibo invenduto vendendolo online in formato magic box, una selezione a sorpresa di prodotti a prezzi ribassati. In questo modo ne guadagna anche la visibilità dell’attività confermando il vostro rispetto verso il cibo in quanto bene prezioso e la consapevolezza di una comune responsabilità verso il pianeta.

Come funziona Too Good To Go?

Too Good To Go aiuta a vendere le eccedenze invendute a un prezzo scontato e nel format Magic Box, confezioni con una selezione a sorpresa di alimenti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Questa formula è semplice sia per il cliente che per l’esercente, perché offre il vantaggio di non avere un catalogo fisso a cui attenersi e di modificare ogni giorno l’offerta in base agli invenduti della giornata.

Per aderire a Too Good To Go vi basterà scaricare l’applicazione gratuitamente su App Store o Play Google e creare il profilo del locale e aggiornarlo quotidianamente indicando il numero disponibile di Magic Box, la fascia oraria e il luogo di ritiro che preferite. Una volta che l’utente acquista una Box, ha tempo di ritirare l’ordine entro l’orario stabilito presentando tramite app la conferma di prenotazione al negoziante.

Noi di Techfood vogliamo impegnarci concretamente al fianco dei nostri clienti nella riduzione degli sprechi alimentari, così abbiamo deciso di omaggiarvi del costo dell’abbonamento annuale alla piattaforma Too Good To Go.

Grazie a Techfood se vi iscrivete all’app, infatti, potrete godere di un abbonamento annuale al servizio gratuito. L’offerta è riservata solo ai nostri clienti che vogliono rifiutare lo spreco e valorizzare la propria attività qui e ora.