Gli italiani sono i primi consumatori di gelato in Europa, ma gli effetti del lockdown e l’incognita sul turismo pesano sul guadagno di una gelateria. Un giro d’affari che vale 4,2 miliardi di euro e occupa 74 mila lavoratori secondo Fipe, che afferma che  

«il consumo di gelato da parte dei residenti sta crescendo, ma non al punto da compensare la flessione dovuta agli stranieri». Ci siamo chiesti come alzare gli incassi puntando sul pubblico italiano, ecco la nostra riflessione.

Moltiplica l’offerta, annulla il vincolo stagionale

I gestori di gelaterie e yogurterie sanno bene quanto il periodo da aprile a ottobre sia importante per gli incassi. I primi mesi del 2020 sono stati segnati dalla chiusura forzata e dalla consegna a domicilio, che per molti comportava a costi troppo onerosi. E se da maggio è stato possibile riprendere la vendita al dettaglio in loco, questo è il momento di studiare una strategia che:

  • alzi il guadagno di una gelateria rispetto agli ultimi mesi;
  • renda ampia e differenziata l’offerta;
  • sia applicabile anche in bassa stagione.

Sull’ultimo punto alcuni di voi potrebbero storcere il naso, ma mai come quest’anno le gelaterie devono svincolarsi dalla stagionalità. Il lockdown ha ridotto le possibilità di vendita all’inizio dell’alta stagione, tuttavia non tutto è perduto se si considerano anche le potenziali vendite in tardo autunno e inverno. Come risolvere allora l’esigenza di un’unica soluzione che offra un menu variegato, adatto anche ai mesi freddi e dal food cost basso?

La risposta è Rondò Unika, macchina Techfood dotata di 6 piastre intercambiabili con cui servire crêpes, pancakes, waffles, churros, donuts e cialde. Potete studiare una proposta abbinata allo stesso gelato oppure proporre come dolci da passeggio, magari puntando a una scontistica speciale per una fascia di pubblico che acquisterebbe sicuramente il prodotto. Il food cost di ogni singola preparazione non supera i 0,39 € e garantisce un ritorno assicurato anche se venduto singolarmente.

Ecco cosa ne pensano alcuni gelatai che l’hanno provata:

Di Rondò Unika ci ha colpito la velocità nella preparazione di coni e crêpes. Permette a una gelateria di ampliare l’offerta in poco tempo e di preparare i coni cialde sul momento. Conferisce un’idea artigianale al gelato, perfettamente in linea con la nostra gelateria. Leonardo Mencio, Il Cono Gelato

Mi piace molto la sua versatilità. Grazie alle piastre intercambiabili Rondò Unika mi è molto utile per coprire i diversi momenti della giornata. È perfetta anche per la stagione invernale, perché posso proporre un’alternativa calda al gelato. Io la utilizzo principalmente per le crêpes, sia dolci che salate, ma sto abbinando i waffle al gelato gastronomico. I risconti sono così positivi che oramai è un nostro cavallo di battaglia. Maria Grazia Fuzio, Creami 

Punta sui trend online per fidelizzare il pubblico

Secondo il Centro Studi di Supernova Hub nel commercio al dettaglio si dovrà puntare sempre più a una forte presenza online. Con il lockdown e le soluzioni alternative alla vendita diretta, infatti, finalmente è cresciuta la fiducia per i social media. Questi canali non vengono utilizzati solamente per comunicare menu, orari e informazioni utili, ma sono importantissimi per:

  • creare una base fan legata al locale e fidelizzarla;
  • ispirarsi ai trend del momento e proporli per un’offerta aggiornata.

Ne abbiamo parlato anche a inizio anno: tra le idee imprenditoriali un posto d’onore spetta a Bubble Waffle, che con oltre 279 mila post Instaram taggati #BubbleWaffle è uno dei trend del momento tanto amato dai giovani. Un prodotto strategico per aumentare il guadagno di una gelateria che si rivolge agli adolescenti e pre-adolescenti. E proprio per questo pubblico potete sbizzarrirvi nei video Tik Tok, creando un hashtag ufficiale e invitando i clienti a taggare il locale. Come fa il profilo @bubblewafflesro:

@bubblewaffles.roFollow us on INSTAGRAM: @bubblewafflesro ##bubblewaffles ##bubblewaffleshopp ##wafflehouse ##getwaffled ##waffle ##foryou

♬ Personal – HRVY

E se l’aspetto di Bubble Waffle incuriosisce il pubblico, il suo food cost attrae i gestori di gelaterie e yogurteria in cerca di idee imprenditoriali redditizie da subito: il costo di una porzione parte da 0,40 € e con l’acquisto della macchina ricevi 40 kg di preparato.

Rondò Unika e Bubble Waffle sono solo due soluzioni per aumentare il guadagno di una gelateria o di una yogurteria. Avete già sentito parlare di Choco Burger, ma forse non avete ancora letto la testimonianza di Anna Fulco, proprietaria di YoLove che ha abbinato Choco Burger e Rondò Unika allo frozen yogurt.